Seedlip nella sua missione di dimostrare che il no-alcool “non dovrebbe essere la seconda scelta

Il primo distillato non analcolico al mondo ha “aperto la strada” alla categoria, ma quando la concorrenza cresce deve rimanere agile.

Quando Ben Thomson è entrato a far parte dei Seedlip nel 2016, faceva parte di un’affiatata “band di cinque uomini” di marketing che stava cercando di fare da pioniere nello spazio analcolico prima ancora che molti avessero compreso l’opportunità.

Il direttore del marketing europeo afferma di essere ancora “stupito” della rapida crescita dell’azienda, dopo aver scalato a oltre 80 dipendenti che lavorano in tre uffici negli ultimi tre anni.

Creato nel 2014, Seedlip afferma di essere il primo distillato non analcolico al mondo volto a fornire un’opzione sofisticata per i non bevitori. Nel 2016 il gigante globale delle bevande Diageo ha acquisito una partecipazione del 20% in Seedlip attraverso la sua divisione Distill Ventures, un’incubatrice per marchi emergenti. Ora nel 2020 il marchio si sente pronto per la sua prima campagna.

Thomson è fermamente convinto che, come uno dei primi marchi in questo spazio, Seedlip è responsabile della popolarità degli analcolici nel Regno Unito, una categoria che attualmente sta guidando la crescita nel più ampio settore delle bevande. La categoria britannica di analcolici e a basso contenuto di alcolici vale £ 60 milioni all’anno, in crescita dell’80% nel 2019, secondo i dati della società di ricerca CGA.

“Quando abbiamo lanciato questa nuova categoria c’èera poca o quasi nessun alternativa, quindi quando abbiamo camminato lungo il corridoio di un Waitrose non c’era un’area per bevande non alcoliche di alta qualità”, afferma Thomson.

Thomson si sente “fortunato” a essere stato in grado di costruire un team di marketing che si concentra su eventi, design, pubbliche relazioni e creatività e – nonostante sia stato acquistato da Diageo – è fermamente convinto che Seedlip mantenga la piccola, agile cultura su cui è stata costruita.

Il marchio, ad esempio, sceglie attività di marketing interne, ove possibile. Thomson afferma che ciò è in parte per garantire il “controllo” del marketing, ma anche per stare al passo con la concorrenza.

“Abbiamo un mantra di” fare le cose correttamente ma a ritmo “. Con una categoria che sta crescendo così rapidamente e con un numero di altre marche che entrano nel mercato degli alcolici analcolici, muoversi rapidamente è molto importante “, spiega.

Pensiero volto al futuro

Detto questo, Seedlip ha collaborato con l’agenzia creativa And Rising per la sua prima importante campagna “Drink to the Future”, nel tentativo di creare uno slancio ancora più rapido. Lanciata a gennaio, in tutte le principali città del Regno Unito, la campagna è finalizzata a sensibilizzare l’opinione pubblica digitale e fuori casa.

Thomson afferma: “La categoria sta crescendo, sempre più marchi sono sul nostro mercato e questo è un momento davvero naturale per noi per continuare quella leadership pionieristica della categoria”.

Fondamentalmente, Seedlip vuole che i non bevitori non debbano soffrire di “scarse opzioni di bevande zuccherate” e insiste sul fatto che senza alcool non deve significare “Coca Cola, bibite al lime o mocktail”.

“Questa campagna ha lo scopo di mostrare alle persone che si può avere un momento sofisticato, quel rituale con un barista per farti un bel drink senza nasconderti”, aggiunge Thomson.

Il marchio ha anche lanciato una nuova gamma di tonici pre-mix Seedlip, sviluppando il suo cocktail in bottiglia Nogroni rilasciato ad ottobre.

Il nuovo team di sviluppo prodotto lavora a stretto contatto con il marketing, sedendosi fianco a fianco in ufficio, per garantire che il marketing sia pensato all’inizio del prodotto.

NPD è un modo in cui Seedlip spera di prendere il comando e rimanere in testa alla categoria. Tuttavia, nonostante la concorrenza, Thomson rimane impassibile: “Stiamo solo iniziando”.

Se ti piacciono i nostri articoli iscriviti e seguici

  • Seo 101, le basi della seo

SEO 101

Luglio 13th, 2020|0 Commenti

SEO 101 Che cos'è e perché è importante? Benvenuto! Siamo entusiasti che tu sia qui! Se hai già una solida conoscenza del SEO e del perché è importante, puoi saltare subito al Capitolo 2

  • seo per principianti e significato seo

SEO per principianti

Luglio 13th, 2020|0 Commenti

Introduzione Benvenuto nel tuo primo percorso di apprendimento SEO! Non importa se non hai nessuna conoscenza su questo argomento, ti insegnero tutte le basi necessarie per approcciare questo mondo di opportunità. Otterrai il massimo