Creare titoli accattivanti ed effetto per portare visite e click

Se vuoi che i tuoi post o li tuoi contenuti nei blog funzionino bene, devi creare un titolo magnetico, accattivante ed efficace.

In effetti, un titolo accattivante è l’ingresso del tuo lettore nel mondo dei potenziali clienti, ed è uno spazio molto difficile da raggiungere.

In questo articolo, condividerò una procedura passo per passo per farti scrivere non solo un buon titolo dopo l’altro, ma titoli sempre di qualità e che portino conversioni e click. Indipendentemente dal tipo di contenuto, e non importa se stai scrivendo un post di elenco o un articolo di approfondimento, il risultato sarà sempre di qualità.

Con questi suggerimenti per la scrittura del titolo, ti mostrerò anche come catturare immediatamente l’attenzione e costringere i lettori a fermarsi da leggere i tuoi contenuti, o almeno a clicckare in SERP.

Questo è fondamentale, perché, secondo Copyblogger, l’80% dei tuoi visitatori leggerà il tuo titolo, ma solo il 20% continuerà a leggere l’articolo.

In altre parole, un titolo eccezionale non è solo qualcosa che vorresti poter creare. È cruciale. Un cambio di gioco, si potrebbe dire.

E i titoli sbagliati possono causare il fallimento del marketing dei contenuti. Se vuoi risultati con la SEO ti consiglio di iniziare dai titoli.

E con questi suggerimenti per la scrittura del titolo, ti mostrerò come anche il più piccolo cambiamento puoi avere un impatto enorme sull’efficacia del tuo titolo.

Ad esempio, uno studio recente, condotto dal Content Marketing Institute, ha rilevato che l’inclusione di un trattino o due punti nel titolo ha aumentato la percentuale di clic del 9%.

l'inclusione di un trattino o due punti nel titolo

Buzzfeed e Upworthy sono due siti di autorità che generano milioni di visitatori al mese, in gran parte sulla base dei loro grandi titoli.

Buzzfeed e Upworthy

I titoli falliscono quando non corrispondono all’articolo scritto o non sono rilevanti per un tema specifico. (Inoltre, quando la lunghezza supera i 62 caratteri, i motori di ricerca tendono a ignorare il resto del titolo. Ciò potrebbe ridurre il tasso di conversione a lungo termine e diminuire il fascino del motore di ricerca che stai cercando.)

Mentre un analizzatore di titoli può essere uno strumento elegante e fantastico, questi suggerimenti per la scrittura dei titoli ti permetteranno di iniziare a valutare i tuoi titoli in modo critico in modo da poterli passare da passabile a assolutamente potente.

Iniziamo, con i consigli di uno dei maggiori esperti di SEO al mondo Neal Patel!

Passaggio n. 1: utilizzare numeri e dati specifici nel titolo

Il titolo rappresenta fino al 50% dell’efficacia del tuo post sul blog. Se non riesci a renderlo potente e cliccabile, ogni altro passo del marketing che prenderai sarà una totale perdita di tempo.

Titoli con numeri SEO

L’integrazione di numeri e dati specifici nel titolo è un modo efficace per rendere i titoli più allettanti per i lettori. Diversi studi di ricerca hanno dimostrato che i titoli con i numeri tendono a generare il 73% in più di quote sociali e coinvolgimento.

Ti titoli statisticamente più efficaci

Secondo Debra Jason, uno dei motivi per cui l’uso dei numeri funziona nei titoli è perché i numeri sono come “caramelle al cervello”. In altre parole, il cervello è ricettivo ai numeri (55).

Il cervello è ricettivo ai numeri

È molto importante capire la scienza dietro i numeri dispari. Spesso, nei titoli dei post trovi argomenti di blog virali con numeri dispari e potresti esserti chiesto perché gli autori non abbiano usato numeri pari nei loro post nell’elenco. Ecco alcuni esempi tipici, da Buzzfeed.com:

Numeri dispari nei titoli

Secondo il Content Marketing Institute, il cervello sembra credere a numeri dispari più che a numeri pari. I numeri dispari sembrano anche aiutare le persone a digerire e ricordare le informazioni più facilmente.

Inoltre, quando un titolo è stato modificato per includere il numero dispari 7, la percentuale di clic è aumentata del 20%.

Idealmente, invece di utilizzare la parola “sette”, è necessario sostituirlo con il numero “7”, nei titoli. Quindi, invece di scrivere “Sette passaggi per avviare un’attività in casa”, utilizzare “7 passaggi per avviare un’attività in casa”.

Nota: se stai scrivendo una guida passo-passo, non includere più di nove passaggi, poiché il cervello umano in genere trova difficoltà a elaborare più di nove elementi alla volta. Tuttavia, se stai scrivendo su strumenti o modi diversi di fare una cosa, non c’è limite al numero che puoi usare.

  • Anche i titoli con numeri pari funzionano bene. A volte, i numeri pari superano i numeri dispari, soprattutto quando il marketing o l’autore promuove attivamente il contenuto.

Ecco alcuni esempi di titoli di successo con numeri dispari:

17 fonti di backlink non sfruttate (aggiornato)

17 fonti di backlink non sfruttate (aggiornato)

27 modi per far crescere il tuo business yoga (senza lavorare più ore)

27 modi per far crescere il tuo business yoga (senza lavorare più ore)

100 lezioni apprese da 10 anni di blog

100 lezioni apprese da 10 anni di blog

Passaggio 2: utilizzare una logica

Ho usato razionali unici per scrivere grandi titoli che sono diventati virali. La parola “logica” significa semplicemente “una ragione di fondo per cui qualcosa dovrebbe essere fatto”. Se vuoi che le persone leggano i tuoi contenuti, hai una buona ragione per cui dovrebbero?

Creare articoli che vengano condivisi

L’89% dei post sul blog ottiene meno di 100 condivisioni. Per evitare di perdere tempo con i contenuti, dai alle persone un valido motivo per fare clic, leggere e condividere i tuoi contenuti.

L'89% dei post sul blog ottiene meno di 100 condivisioni

Alcuni dei contenuti che puoi includere nei tuoi titoli sono:

Suggerimenti

  • Motivi
  • Lezioni
  • Trucchi
  • idee
  • modi
  • I principi
  • I fatti
  • Segreti
  • strategie

Ecco alcuni esempi:

  • 5 consigli per scrivere titoli come i professionisti
  • 15 lezioni che ho imparato a mie spese con il mio blog in 7 anni.
  • 8 principi per progettare una landing page perfetta
  • 17 fatti sul Content Marketing che non conoscevi
  • 6 Approfondimenti sul futuro dell’ottimizzazione dei motori di ricerca
  • 3 segreti per far funzionare la tua lista di iscritti
  • 4 suggerimenti per scrivere titoli accattivanti che porteranno sempre click

Passaggio n. 3: richiamare l’attenzione

Lo scopo del titolo è di far leggere la prima frase al tuo spettatore. Ogni titolo dovrebbe richiamare l’attenzione. “Attenzione” significa semplicemente concentrazione mentale e seria concentrazione su un determinato compito.

Tieni presente che i tuoi clienti sono esseri umani con diverse cose che contendono la loro attenzione. Sfortunatamente, gli intervalli di attenzione delle persone diminuiscono ogni anno. Secondo Statistics, l’intervallo di attenzione di una persona è di 8,25 secondi. Dato che si è ridotto ancora di più negli ultimi anni

Media di attenzione dell'utente

La condivisione sui social è molto più semplice quando i tuoi visitatori sono coinvolti sul tuo sito. Un sondaggio di AddThis ha mostrato che, nel primo trimestre del 2014, la condivisione di Facebook ha rappresentato il 26% di tutte le attività di condivisione.

Condivisioni ed engagement degli utenti

Se sei un piccolo imprenditore, uno dei modi per acquisire e fidelizzare i clienti è coinvolgerli con ottimi contenuti. E i grandi contenuti iniziano con un titolo che cattura l’attenzione del tuo lettore.

Conosci i tuoi clienti

Devi convincere i tuoi clienti e i potenziali clienti a continuare a leggere. Il titolo può creare questo slancio per te.

Quindi, invece di dedicare tutto il tuo tempo ed energia a ottenere abbonati e-mail e fare vendite, inizia a concentrarti sull’uso dei titoli per convincere le persone a leggere la prima frase.

La prima frase del blog

Questo è in realtà il vero scopo del titolo. Se raggiungi questo obiettivo, l’introduzione, i sottotitoli, i punti elenco e lo storytelling si occuperanno del resto e convertiranno il lettore in un cliente.

Prima di mostrarti alcuni semplici modi per scrivere titoli che attireranno l’attenzione, ecco quattro regole da seguire.

Le quattro regole sono:

  • Rendi unico il titolo
  • Sii ultra specifico
  • Dovrebbe trasmettere un senso di urgenza
  • Il titolo deve essere utile

A) Titoli unici:

un mio amico blogger una volta mi ha detto che ogni volta che trova un titolo convincente mentre legge, lo modificherà e lo renderà unico per il suo pubblico.

“Unico” significa essere “unico nel suo genere”. In altre parole, il titolo deve essere diverso dagli altri.

Ma come testare l’unicità?

Semplice: collegalo a Google e racchiudi il titolo tra virgolette doppie. Ecco un esempio:

Titoli unici

Nota: devi usare le doppie virgolette per ottenere il risultato esatto che desideri. Nei precedenti risultati di ricerca di Google, il titolo non ha “risultati trovati”.

Virgolette

Naturalmente, migliaia di persone potrebbero scegliere come target la stessa parola chiave (ottimizzazione del tasso di conversione), ma l’obiettivo è quello di scrivere un titolo che nessun altro ha.

Un blog che comprende l’utilità di titoli unici è KISSmetrics. Generano molte condivisioni social. Dato che i lettori non riescono a trovare contenuti simili della stessa qualità (con lo stesso titolo), preferiscono condividere questo con altri.

Titoli unici che portano conversioni

B) Titoli ultra specifici:

la seconda regola per scrivere un titolo che richiede attenzione è: essere ultra specifici. Secondo il New York Times, la mancanza di attenzione, visione e pianificazione è uno dei motivi per cui il 33% delle piccole imprese fallisce.

Mancanza di attenzione

Il titolo del tuo contenuto guida ogni pezzo che pubblichi lì, indipendentemente dal formato o dalla piattaforma che usi per pubblicarlo.

I tuoi potenziali clienti hanno domande e vogliono risposte. Se riesci a fornire loro un titolo ultra specifico e la risposta alle loro domande, puoi convertirli in lettori e clienti fedeli.

Più preciso riesci ad essere, maggiore sarà l’autorità che avrai nel tuo settore e più facile la troverai per creare una forte connessione con i clienti.

Ci sono momenti in cui potresti voler mascherare il vero scopo del contenuto dal tuo pubblico di destinazione e utilizzare i trigger di clic, come parole chiave e aggettivi forti nel titolo.

Non c’è niente di sbagliato in questo. Tuttavia, i titoli che sono ultra-specifici danno al lettore un’idea di cosa dovrebbero aspettarsi quando fanno clic per leggere il contenuto.

Che tu sia un marketer di contenuti affermato o un principiante, devi stabilire obiettivi specifici e realistici. Non confondere i tuoi lettori con il titolo. Evita la vaghezza. Vai subito al punto.

Se condividi cinque passaggi per ottenere qualcosa, vai avanti e fallo conoscere nel titolo. Questo è un altro motivo per cui devi scegliere con cura la tua nicchia.

A meno che il tuo blog non riguardi “tutto ciò che riguarda la tecnologia”, non è necessario scrivere titoli su diversi argomenti come fanno Mashable e TechCrunch.

Titoli specifici

Conosci il tuo pubblico e scrivi titoli che soddisfino le loro esigenze.

Quindi, come scrivi titoli così specifici?

Supponiamo che la tua parola chiave target sia “piano aziendale di piccole dimensioni”. Ecco alcune varianti di titoli specifici che potrebbero funzionare:

  • 3 semplici passaggi per scrivere un piccolo piano aziendale per principianti
  • Primi 10 modelli di business plan che hanno avuto successo
  • Scopri come scrivere un piccolo business plan da zero
  • Procedura dettagliata per la stesura di un piano per piccole imprese in 30 minuti

Vedi quanto sono specifici i titoli di cui sopra? Le parti in grassetto contengono frasi che rendono l’intero titolo ultra specifico (diretto a qualcosa). Certo, potrebbero non essere unici: è molto difficile raggiungere sia l’unicità che la specificità in un singolo titolo.

Steve Kamb, di NerdFitness.com, scrive titoli specifici sui pasti che ti aiutano a rimanere in forma e in salute.

Titoli specifici

Ho studiato a lungo anche gli stili dei titoli di Peep Laja. Utilizza solo titoli specifici che aiutano la sua comunità di ottimizzazione del tasso di conversione. Ecco un esempio:

Titoli specifici

C) Dovrebbe trasmettere un senso di urgenza:

in un recente post, Derek Christian, fondatore di Cleaning Business Today, ha affermato che “un marketing efficace si riduce a creare la paura di perdere un affare straordinario”.

Questo è esattamente ciò che Michael Hyatt ha spiegato con la sua “Ruota d’urgenza”.

Creare urgenza

A meno che non infondi urgentemente il tuo titolo, è probabile che i tuoi lettori rimandino la lettura dei tuoi contenuti o, eventualmente, li aggiungano ai segnalibri e non ci torneranno mai più. Lo scopo è fare in modo che i lettori facciano clic sul titolo ora!

Clicca ORA

 

Un senso di urgenza non si applica solo al marketing dei contenuti. Funziona anche nella tua vita personale e per la tua produttività. Hyatt lo semplifica ulteriormente:

Urgenza nella vita

I copywriter di solito migliorano i tassi di conversione, quando usano strategicamente un senso di urgenza nel loro titolo. I potenziali clienti tendono a rispondere rapidamente, perché la loro psicologia è predisposta per convincerli ad acquistare in base alle emozioni, ma per giustificare tale decisione in base alla logica.

La scarsità e l’urgenza sono due potenti elementi che di solito si uniscono per produrre risultati eccezionali. Ho incontrato per la prima volta il modello su WiderFunnel e lo uso ancora oggi.

Urgenza e Scarsità

I siti di e-commerce usano molto l’urgenza e la scarsità. Ecco come Amazon utilizza entrambi gli elementi per vendere più prodotti fisici, in particolare nella categoria elettronica e gadget:

Amazon urgenza e scarsità

I titoli basati sull’urgenza attireranno sempre l’attenzione, perché fanno sì che il lettore anticipi ciò che verrà dopo. Considera i titoli ben noti di Upworthy:

Cambia il messaggio a seconda della situazione

Non ignoreranno il tuo titolo, perché non vogliono perdere ciò che si trova dall’altra parte del titolo, una volta cliccato. L’unico modo che possono scoprire è fare clic e leggere.

Titoli efficaci nelle Mail

Se hai seguito il progetto del sito dell’autorità di Spencer Haw, probabilmente avrai notato come i suoi aggiornamenti utilizzano l’urgenza nel titolo, al fine di ottenere più clic e coinvolgimento.

Urgenza nel titolo

Ramsay Taplin usa la stessa strategia per scrivere i suoi titoli, soprattutto di recente. Ecco un tipico esempio:

Urgenza nel titolo

Se sei un autore e vuoi insegnare ad altre persone a diventare bravi a scrivere, allora questi titoli infusi dall’urgenza faranno effetto:

  • 5 passaggi che ho scelto per scrivere il mio primo libro Kindle (e come puoi farlo soli 4 passaggi)
  • Avevo paura di scrivere nel 2012, ma nel 2015 ho un best-seller (Scopri i miei trucchi)
  • Il mio segreto per pubblicare il tuo libro più velocemente

Il titolo deve essere utile: l’ultima regola che dovresti assolutamente seguire, se vuoi che i tuoi titoli attirino l’attenzione e facciano il lavoro è renderli utili. Le tre regole di cui sopra – unicità, ultra specifica e urgenza – sono tutte correlate all’utilità.

Titoli fallimentari

Se il titolo ed i contenuti non sono utili, non importa quanta urgenza impieghi, fallirà. In effetti, non c’è modo di scrivere un contenuto specifico e unico, senza che sia utile allo stesso tempo.

Utile può significare diverse cose: pratico, utile, prezioso, informativo, utile, utile, vantaggioso e così via. La linea di fondo è aiutare i lettori a sperimentare la speranza, sapendo che il loro problema può ancora essere risolto.

Come ottenere 1000000 lettori sul tuo blog

Non dimenticare di includere molti dati nei post del tuo blog, catturare schermate e scrivere post approfonditi, perché gli studi dimostrano che la lunghezza dei contenuti influisce sul posizionamento e sulle conversioni delle ricerche.

Perché i siti si posizionano in alto su Google quando non sono ottimizzati?

Il lettore percepisce che il post sta per rivelare alcuni segreti, in particolare sui siti che si posizionano su Google senza avere molti link e autorità in entrata. Sebbene il titolo sia basato su domande, dà alle persone una certa aspettativa e vogliono fare clic, per vedere il motivo “perché”.

Di conseguenza, il post ha generato un totale di 1.500 condivisioni Facebook, Twitter e Google+, in meno di 14 giorni.

Click Through rate

Gli ultimi post di SocialMouths.com sono anche pieni di titoli utili, che hanno generato anche migliaia di condivisioni social. Vedi lo screenshot qui sotto:

Come ottimizzare la tua mail di benvenuto

A Michael Stelzner, di SocialMediaExaminer.com, non piace esagerare con i suoi titoli. Invece, usa un approccio semplice e chiaro, per rendere utile il titolo. Le sue condivisioni social di solito superano i 2.000, sovraperformando molti altri siti. Ecco uno dei suoi ultimi post:

Titoli efficaci ed effetto

A Michael Stelzner, di SocialMediaExaminer.com, non piace esagerare con i suoi titoli. Invece, usa un approccio semplice e chiaro, per rendere utile il titolo. Le sue condivisioni social di solito superano i 2.000, sovraperformando molti altri siti. Ecco uno dei suoi ultimi post:…

Open Rate - Click Through Rate

D) Indica l’ovvio nel titolo:

scrivi titoli facili da capire. Nel momento in cui un potenziale lettore si imbatte nella tua pagina web da qualsiasi luogo, non avrà bisogno di alcun aiuto per capire di cosa stai parlando.

Non ha senso

Devo sottolineare qui che la maggior parte dei titoli con un senso di urgenza di solito mancano di chiarezza di intenti. Lo scopo del titolo è indurre le persone a fare clic, in modo da poter ottenere un ROI migliore. Lo scopo non è apparire intelligente o educato.

4 industrie per CTR

Un altro modo per confondere i lettori è usare parole e frasi non comuni. I lettori non vogliono sapere quale università hai frequentato o il tuo stato accademico, a meno che tu non abbia un blog educativo, ovviamente.

Dimostra invece la tua intelligenza attraverso la tua capacità di spiegare questioni complicate e renderle più semplici per la persona comune.

Se non sai spiegarlo in maniera semplice non lo conosci abbastanza

Usa parole semplici per esprimerti e trasmettere il tuo messaggio. Se i tuoi lettori hanno fame di informazioni utili, non chiedere se sono affamati. Entrambe le parole significano la stessa cosa. Ma uno è più comunemente usato dell’altro.

Esempi di titoli confusi che dovresti evitare sono:

  • Non usare: 12 meticolosi consigli di risparmio per l’amatore finanziario
  • Utilizzare invece: 12 consigli per risparmiare facilmente per coloro che desiderano denaro extra
  • Non usare mai: come annientare l’infiammazione della pelle a causa di condizioni climatiche sfavorevoli
  • Ma usa: Come sbarazzarsi di acne e altre fastidiose condizioni della pelle
  • Mai e poi mai usare: i 10 luoghi più ambiziosi per trovare affascinanti tesi post sul blog
  • Sentiti libero di usare: I 10 posti migliori per trovare idee utili per post sul blog

Certo, devi alzare il livello dei tuoi contenuti. Ma usa sempre parole e aggettivi comuni a cui le persone possono relazionarsi. È in questo modo che puoi incoraggiare altri colleghi del marketing, content marketer e blogger a condividere i tuoi contenuti, specialmente su LinkedIn.

Linked Posts

Ora dai un’occhiata allo screenshot qui sotto. Noterai che questo articolo appare nella Harvard Business Review, ma il titolo è un po ‘confuso. Vediamo se possiamo migliorarlo:

Come crescere e non restare nell'ombra del capo

Problema rapido: il titolo sopra potrebbe essere scritto molto più chiaramente. Facciamolo:

  • Come crescere e non restare nell’ombra del capo
  • Come crescere facilmente sul posto di lavoro

Un titolo tipico della landing page, con chiarezza e semplicità, è questo, di Rainmaker.fm:

Titolo su: consigli per il marketing

Digital Photography School, un popolare sito ricco di contenuti che è stato fondato da Darren Rowse, ha alcuni titoli chiari e cliccabili. Anche se la nicchia / industria della fotografia ha alcuni termini tecnici, gli autori assicurano di non confondere i lettori.

Titolo efficace

E). Usa aggettivi interessanti:

gli aggettivi sono importanti sia nella lingua italiana parlata che scritta.

L’aggettivo, ricorderete, è la parte del discorso che descrive o qualifica un sostantivo o un pronome in una determinata frase. Ad esempio, “la coppia felice”:

La coppia felice

Come autore di contenuti, puoi utilizzare gli aggettivi per dare una spinta al tuo titolo e renderlo super-attraente per le esigenze del tuo pubblico.

Jeff Goins ha fornito alcuni esempi di aggettivi interessanti che è possibile utilizzare per creare il titolo:

  • divertimento
  • accurato
  • Gratuito
  • Strano
  • Incredibile
  • effortless
  • Assoluto
  • Essenziale
  • E molto di più…

Ecco alcuni esempi di titoli che usano gli aggettivi:

Titolo divertente:

Titolo divertente

Titolo “Incredibile“, su DPS.com:

Titolo incredibile

Ed ecco il titolo “gratuito“:

Titolo gratuito

F). Contrassegna il lettore nel titolo:

Dan Kennedy ha introdotto una volta la “tecnica di segnalazione” ed è un modo efficace per scrivere titoli sia per i post di blog che per quelli di copia. Conosci già una delle tecniche di base, che prevede di rivolgersi ai lettori come “tu“.

Voglio te

Personalmente, uso “tu” in molti dei miei titoli. E quello che ho scoperto è che per ogni titolo che contiene “te”, il coinvolgimento è di solito molto elevato. Non solo, ma le quote sociali superano le 700, per la maggior parte di esse. La parola “tu” collega e affascina i tuoi lettori, a livello personale.

ScegliTitolo con il TU

Poiché la maggior parte dei tuoi concorrenti utilizza anche contenuti per raggiungere e attirare clienti, devi raggiungere i tuoi potenziali clienti al loro livello, che tu sia un marketer B2B o B2C.

Una statistica, condivisa da MarketingLand, mostra che l’86% dei marketer B2B si avvale del content marketing, ma solo il 38% crede di avere le competenze necessarie per essere bravo a farlo.

Ma oltre a ciò, rivolgiti ai tuoi lettori e scrivi titoli specifici per loro. Ho usato questo approccio più volte e funziona. Ecco alcuni esempi:

  • Solo per gli affiliati Clickbank: raddoppia la tua commissione di affiliazione in 15 minuti al giorno
  • WordPress Fashion Blogger: 4 modi per proteggere il tuo blog dagli hacker
  • Blogger che lottano: crea un flusso infinito di idee di contenuto con questo 1 sito Web
  • Chiamare tutti i blogger che lottano: usa queste 3 strategie per attirare più visitatori sul blog

Missy Ward capisce come contrassegnare il lettore nei suoi titoli. Va ancora più in profondità, prendendo di mira stati e città:

G) Usa termini emotivi:

tutte le parole non sono create uguali. Alcune parole hanno il potere di sollecitare il cambiamento, mentre altre semplicemente riaffermano lo status quo. Alcune parole possono far piangere le persone, mentre altre possono suscitare gioia.

Le parole di impatto emotivo vengono comunemente chiamate “parole di potere”. Ecco alcune parole di potere emotivo che puoi usare per dare ai tuoi lettori un discorso di incoraggiamento e spronarli all’azione:

Parole efficaci

Ecco alcuni esempi di titoli unici che usano alcune delle parole di potere:

  • Come conquistare il blocco di Writer in 6 semplici passaggi
  • Case Study: come il coraggio mi ha aiutato a costruire un business online a 6 cifre
  • Il modo migliore per scrivere dal tuo cuore e connettersi con i clienti
  • Audacia del Content Marketing: 3 segreti per superare in astuzia i tuoi concorrenti

Nota: è possibile utilizzare una o più parole di potere nel titolo. Tuttavia, assicurati che siano utili per l’utente e leggi naturalmente, in modo da non ricevere una sanzione da Google. Ad esempio, Glen Long ha usato 4 potenti parole, nel suo ultimo post su Boost Blog Traffic.

Titolo con aggettivi efficaci

Certo, ci sono persone che usano le parole emotive nel modo sbagliato – per ingannare e manipolare i consumatori – ma non è quello che stiamo cercando di fare qui.

Il tuo scopo è quello di utilizzare le parole potenti nel modo giusto – per aumentare il tasso di conversione per e-mail, post di blog, copia e pubblicità. Le parole hanno potere, quindi usale saggiamente.

Le parole hanno un enorme potere

Nel suo libro di riferimento, Empathic Marketing: come soddisfare le 6 esigenze emotive fondamentali dei tuoi clienti, Mark Ingwer afferma che solo attraverso la comprensione del motivo per cui i clienti acquistano, puoi far crescere la tua attività e sviluppare clienti fedeli.

Fare appello alle emozioni dei tuoi clienti aumenterà in modo significativo le tue vendite e le condivisioni social.

I clienti sono esseri umani, con tutte le qualità che li rendono umani non sono i numeri che vedi nella dashboard delle vendite.

I clienti sono esseri umani come noi

Una volta che lo capisci, smetterai di inviare messaggi di vendita a loro tutto il tempo. Concentrati sul rispondere alle loro domande. Il marketing legittimo riguarda la costruzione di relazioni, non la caccia ai clienti.

Cerca relazioni non clienti

Il cervello del tuo potenziale cliente è predisposto per respingere qualsiasi messaggio non chiaro e realistico. Ma, quando inizi a fare appello alle persone emotivamente, avranno maggiori probabilità di fidarti di te.

Passaggio n. 4: utilizzare le formule dei titoli

Ciò che rende buono un titolo è la sua struttura, nota anche come “la formula”. Ogni blogger e marketer di contenuti di autorità ha una o più formule per scrivere titoli.

La definizione di un buon titolo

Il mio e, a volte, ottimizzo e collaudo titoli diversi, prima di decidere quale funziona meglio. Quando usi le formule, assicurati di includere parole chiave che inducano le persone ad acquistare il tuo prodotto o ad entrare nella tua lista di attesa.

Samurai del testi di vendita

Alcuni blogger preferiscono scrivere i loro contenuti prima di creare il titolo. Non lo faccio. Tuttavia, non esiste una regola rigida. Ciò che funziona per me potrebbe non essere l’approccio giusto per te.

Abbiamo affrontato alcuni modi per scrivere un titolo potente. Ma adoro anche il modo in cui Bronn delinea un approccio semplice per far risaltare i tuoi titoli, usando l’acronimo “SHINE”:

  • Specificità
  • Disponibilità
  • Immediatezza
  • Notizia
  • Valore dell’intrattenimento

Per facilitarti le cose, considera di adottare la formula del titolo usata da molti esperti di fitness. Prima identificano il problema, poi offrono una soluzione e poi fanno una promessa.

Formula per i titoli

Le formule del titolo di John Caples includono anche questi tre componenti. Ecco un altro esempio:

Come aumentare il tuo traffico senza creare link

Lars Lofgren ti consiglia di:

1). Formula “Metodi poco conosciuti”:

quante volte hai usato questa formula per scrivere un titolo accattivante? Ognuna delle parole nella formula è guidata emotivamente. Questi tipi di titoli di solito compaiono nelle menti delle persone, anche ben dopo che li hanno visti.

Extra Extra

Alla gente piace la semplicità e apprezza quando le picco

le cose diventano qualcosa di significativo. I Big Data sono il sottoprodotto di pochi dati, raccolti nel tempo, che alla fine diventano un gigantesco database di dati.

È interessante notare che ho appena scoperto che la formula “modi poco conosciuti [metti qui la tua soluzione]” è in genere un magnete sociale. In altre parole, migliaia di persone amano e condividono il post su Facebook, Twitter, LinkedIn e persino Google+.

Diamo subito un’occhiata. Vai su BuzzSumo.com. Inserisci la frase della formula (ovvero i modi poco conosciuti per farlo) nella casella di ricerca. Quindi cercalo. Ecco i risultati:

Metodi poco conosciuti per

Se il tuo settore è la fotografia, qui ci sono nuovi titoli. Naturalmente, usa gli esempi per allinearti al tuo pubblico di destinazione, se ti trovi in ​​una nicchia diversa:

  • 7 modi poco conosciuti per scattare fotografie di ritratti
  • 25 suggerimenti poco noti per rendere potente Lightroom
  • Fotografia con luce naturale: 10 lezioni poco conosciute che ho imparato a mie spese

Ecco alcuni titoli per gli esperti di marketing digitale:

  • 3 passaggi poco noti per monetizzare con successo un blog nuovo di zecca
  • In che modo questi 5 segreti poco conosciuti hanno aumentato il traffico delle mie ricerche del 54%
  • 17 modi poco conosciuti per aumentare il tasso di conversione

2) Formula “Sbarazzarsi di [problema] una volta per tutte“:

chi non vorrebbe eliminare definitivamente un fastidioso problema con cui si confronta quotidianamente? Quando scrivi i titoli con questa strategia in mente, affascinerai il tuo pubblico dall’inizio alla fine, perché anche loro vogliono conoscere il segreto.

Questa formula principale è principalmente applicabile nel settore sanitario, in cui le persone stanno cercando di curare, curare, porre rimedio o alleviare un problema fisico – ad esempio acne, cicatrici della pelle, ipertensione, eczema, alitosi, ecc.

Sbarazzati di

Questo è abbastanza simile alla formula introdotta da Sherice Jacob, nota come “Come sopravvivere ai tuoi primi [metti l’argomento qui]”. I titoli che promettono di aiutare il lettore a liberarsi di un problema particolare convinceranno il lettore a compiere tre passi:

Fai clic sul titolo
Leggi il primo paragrafo per determinare se hai davvero la risposta
Leggi fino alla fine o scorri verso il basso e agisci

Anche se la formula del titolo “Sbarazzarsi di” viene utilizzata principalmente nelle nicchie sanitarie, è possibile decodificarla e utilizzarla ancora in argomenti di marketing online, come blog, CRO, marketing di affiliazione, auto-pubblicazione, SEO, social media, traffico web e così via.

Online marketing Bolzano

Ecco alcuni esempi:

  • Come sbarazzarsi del fallimento del marketing dei contenuti e guidare il traffico di ricerca
  • Smetti di perdere tempo: sbarazzati degli sgargianti strumenti di social media e fatti di più
  • 7 modi intelligenti per sbarazzarsi delle lotte di marketing di affiliazione e fare più soldi

La formula del titolo “sbarazzarsi di” di solito diventa virale, se promossa strategicamente dall’autore. Alcuni esempi hanno generato oltre 370.000 condivisioni social, negli ultimi 12 mesi:

Titolo con sbarazzarsi efficacia

3) Formula “Chi altro vuole”:

questo stile di titolo funziona, perché pone una domanda e la domanda giusta di solito genera la risposta giusta. Attualmente sto utilizzando questo formato sulla mia pagina di destinazione e si sta convertendo molto bene.

Non ho iniziato con “Chi altro vuole …”, ma, comunque, i titoli basati su domande sono una forte fonte d’ispirazione per i lettori.

Li porta nella discussione e li fa sentire a proprio agio. I copywriter pongono diverse domande nella loro copia, solo per far mettere in pausa il cliente target e considerare il prodotto – gli stessi principi si applicano anche ai titoli.

Proprio come trovare e condividere contenuti tempestivi e includere almeno un’immagine nel tuo post, semplicemente porre la domanda giusta può aumentare le tue condivisioni social e il livello di coinvolgimento.

Condivisioni medie

Ecco alcuni esempi della formula del titolo “Chi altro vuole”:

Titolo chi altro vuole prima pagina

Alcuni dei titoli che puoi modificare, per attirare il tuo pubblico di destinazione sono:

  • Chi altro vuole conoscere l’ottimizzazione del tasso di conversione [passo-passo]?
  • Chi altro vuole i 6 passaggi per padroneggiare il test split A / B?
  • Chi altro vuole raccogliere capitali per una nuova startup?

Strategia n. 5: misura il tuo successo
Alla gente piace condividere articoli lunghi (in genere 2000+ parole). Ma, come marketer intelligente, non puoi semplicemente supporre che i post più lunghi funzionino per te. Il modo migliore per prendere la tua decisione è scrivere un articolo simile e approfondito e vedere come va.

Risultato dei testi in base alla lunghezza

Qual è il vantaggio di utilizzare una formula o una regola del titolo che non produce risultati per te?

Per questo motivo, devi misurare il tuo successo principale. Vuoi assicurarti che il tuo tempo non sia perso o i tuoi soldi, se hai assunto un professionista per scrivere il contenuto.

QUello che vuoi comunicare vs cosa interessa

Alcune delle metriche su cui dovresti concentrarti sono:

4) Richieste del cliente / cliente:

in un periodo di 2-3 mesi, i tuoi contenuti hanno generato richieste del cliente? Non deve essere molto. Ma il fatto stesso di avere una manciata di clienti è un segnale sicuro che il tuo stile di titolo funziona. Tutto quello che devi fare è solo ottimizzarlo e migliorarlo.

Devi capire quali contenuti stanno guidando il maggior numero di lead per la tua azienda. Una volta che puoi individuarlo, sei sulla buona strada per migliorare le conversioni, perché stai operando da uno stato di certezza.

Oren International ha aumentato la generazione di lead dell’83%, entro i primi 6 mesi dall’aggiornamento della presenza online con contenuti nuovi e dalla creazione di un piano di marketing dei contenuti.

Marketing plan e homepage

Condivisioni sui social media: per ogni formula del titolo , ti ho mostrato esempi e quante condivisioni social hanno generato ognuna di esse.

Devi monitorare il numero di condivisioni e Mi piace di Facebook, tweet, condivisioni di LinkedIn e pin Pinterest. Rendere visibili i pulsanti di condivisione social può aumentare la condivisione di 7x, specialmente quando il post è utile.

Un’altra cosa che potresti voler misurare è la quantità di link in entrata che generi attraverso i tuoi potenti titoli e contenuti.

I link redazionali sono i migliori tipi di link da ottenere, perché non li chiedi. Inoltre, appaiono principalmente nei contenuti, trasmettendo così un valore SEO significativo alle tue pagine web e migliorando le tue classifiche di ricerca.

Infine, potresti anche voler misurare i commenti. È facoltativo e, in effetti, molti marketer e blogger di contenuti hanno rimosso la casella di commento. Lo fece Brian Clark, fondatore di Copyblogger, così come Chris Brogan.

Si te stesso

Tuttavia, la mia opinione è che se un contenuto genera più commenti rispetto agli altri post che hai scritto, significa che hai fatto qualcosa di meglio, magari con il titolo, la promozione o la strategia. Devi capire cosa sta offrendo successo.

Conclusione

Con le strategie di marketing dei contenuti nuove ed emergenti che emergono ogni giorno, sta diventando difficile concentrarsi su ciò che funziona. Questo è il motivo per cui i marketer digitali intelligenti sono disciplinati. Comprendono l’importanza di grandi contenuti e se genera traffico di ricerca e lead.

È un dato di fatto che il titolo è un elemento integrale del tuo contenuto, indipendentemente dal formato che il contenuto può assumere. Ma l’introduzione, i sottotitoli, i punti elenco e l’invito all’azione sono tutti ugualmente importanti.

Il tuo obiettivo generale dovrebbe essere quello di educare i potenziali clienti e i clienti, insegnando loro nuove cose. Non è sufficiente che facciano clic sul titolo. Devono anche leggere le informazioni che hai fornito loro nel corpo dei tuoi contenuti.

Stai istruendo i tuoi clienti? La concorrenza lo sta facendo!

L’approccio migliore consiste nell’utilizzare lo storytelling e i contenuti basati sui dati per costruire la tua autorità, risolvendo al contempo il loro problema. Soprattutto, siate coerenti e continuate a imparare nuovi modi per trasformare un buon titolo in un titolo accattivante che implora di essere condiviso.

Hai altri suggerimenti per scrivere il titolo? Qual è stato più utile per te nel produrre grandi titoli?

Oleksandr Icon

Aumenta il tuo traffico con una strategia SEO efficace
Facile da imparare, semplice da eseguire con risultati visibili da subito

Strategia Social